Sindrome del tunnel carpale (STC)

E’ il più frequente intervento eseguito alla mano; si presenta soprattutto nelle donne intorno alla menopausa (negli uomini nelle attività lavorative manuali prolungate e ripetitive) come un dolore-bruciore al palmo ed alle prime tre dita.
Peggiora di notte e nelle stagioni freddo-umide.
Esami utili alla diagnosi : elettromiografia.

Cura medica e fisioterapica solo in fase iniziale,altrimenti intervento chirurgico: anestesia locale al polso, regime di day-surgery, guarigione dopo rimozione dei punti.
Ritorno completo alle attività lavorative:sei settimane.
Ritorno alla guida ed attività di autonomia personale:24 ore.
Tecnica preferita:miniincisione palmare.
Altre tecniche:incisione palmo-polso; intervento in endoscopia.
Prevedibile la riabilitazione .


N.B:Nei pazienti diabetici, l’intervento migliora solo il dolore, poco la sensibilità delle dita.
Se lo specialista lo conferma, l’intervento deve essere precoce .

Esempio di miniincisione al palmo in paziente operato
per sindrome del tunnel carpale e controllo dopo qualche mese

Atrofia dei muscoli del pollice in un paziente con STC osservato dopo qualche anno dall’inizio dei sintomi. I risultati sono meno prevedibili. 

In caso di reintervento le tecniche chirurgiche proponibili sono diverse e i risultati cambiano in rapporto a numerosi fattori. Si utilizzano di recente materiali che isolano e proteggono il nervo. 

MAIN

indietro