Mano del musicista

Rappresenta una delle problematiche più complesse dove è necessaria la collaborazione di un gruppo specialistico chirurgo-riabilitatore con gli insegnanti
perché individuino le alterazioni posturali-funzionali che quasi sempre sono alla base dell’evento che è sempre grave per il musicista fino alla difficoltà di suonare pezzi abitualmente eseguiti.
Esercizi ergonomici , riassetto posturale, riequilibrio muscolo-tendineo, allenamento corretto, protezione-prevenzione con splinting sono le procedure più comuni mentre la selezione verso la chirurgia è riservata solo a quei professionisti obbiettivamente studiati dove si riscontri un danno organico (esempio blocco delle pulegge-sindromi canalicolari-patologie legamentose e articolari da overuse).

La mano del musicista è una entità precisa dove le disfunzioni causate dall’uso non corretto dello strumento rappresentano il principale numero delle osservazioni.

 

indietro